Poesia - articoli in archivio

La freccia, di Maria Tartaglia

E’ scoccata la freccia/ dall’arco della vita/rompe gli argini il fiume in piena/ora le parole /che sgorgano vanno in fuga/oltre il silenzio/compongono quadri a colori/e niente può fermarle se non la paura di volare

Non sono come gli altri, di Giulia Conte

Parla, chiedi e ascolta mentre gli altri restano zitti. Resta zitto mentre gli altri parlano troppo. Ascoltati ed esprimiti mentre gli altri si ignorano. Amati mentre gli altri si disprezzano. Perdona, se puoi, mentre gli altri odiano. Dimentica mentre gli …

Rimanere bambina, di Barsali Alessandra

Ho sempre viaggiato fin da piccola cavalcando le onde della fantasia , cercando lisola che non c’e .. Alla ricerca del tempo perduto ,respirando la spensieratezza e innocenza della adolescenza vestita di bianco. Il bianco puro come la purezza che …

Arme ed amori, di Cosimo Colao

Rosso sangue sua mano si desta dopo battaglie, affronti ed avvisaglie; il Giovanni furioso ed il ciambellano Palmisano s’affrontano per la donna tanto amata contendendosi la sua mano. Il biondo capelluto ed il moro riccioluto fendente dopo fendente si scagliano …

Sete di vendetta, di Cosimo Colao

E dopo sua funesta preparazione il biondo capelluto in battaglia ritorna, dopo mesi di prove col suo acerrimo nemico si scorna. Adagiato sui suoi allori di vincitore il Palmisano ricciolto disserta e bisbiglia reincarnando le capacità del grande tornitore. Inconscio …

A Van Gogh, di Cosimo Colao

Pittore, scrittore, musicista in tutti questi casi non si può certo parlare d’orecchio d’artista. Veloce sua mano pensante si muove, pennellate e tocchi decisi, precisi come il candore di quella luce che col suo splendore lo conduce cercando una via …

Meriggio, di Cosimo Colao

Si strugge il giovane psicologo tra un integrale indefinito ed un futuro altrettanto. Con la biro scorre sulla bianca pagina del monte da scalare de l’ardua matematica. Col pizzetto e l’inventiva di tutto lo scibile e la scienza coi suoi …

Teorema, di Cosimo Colao

Guarda come si avvolgono le dita mie intorno al tuo campo, indicano le vie percorse da un uomo stanco. La mano destra trema al sol pensiero di indicare la direzione di quel sentiero, il pollice e l’indice in affanno cercano …

La penna, di Cosimo Colao

E fu perduta la penna mia che corre sulle bianche righe, con maestria si districa tra un apostrofo ed un accento, lascia il segno indelebile con portento. Ed è perduta la penna che s’insusa su pel peligroso monte bianco si …