Rimango fermo a guardare,
la gente lavorare,
Mentre io sono intento a viaggiare,
Sul tabellone dei treni,
Verso posti lontani.
Nella frenesia mattutina della stazione,
Tra gente che parte e gente che viene,
Se ne va lentamente un altro mio giorno,
Ed io mi abbandono,
Nella felicità illusoria di quel momento,
Come travolto da un fiume in piena.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *