Autore: Maurizio Castellani

Titolo: La ventiquattrore – Delitto in Albergo

Editore: Kimerik

Anno di pubblicazione: Dicembre 2015

Luogo di pubblicazione: Patti (Messina)

Numero pagine: 149

Introduzione di: Personaggio Immaginario “Marco Vincenti”

Trama o contenuto

> Stanco di svolgere la professione di Geometra, ritenendola oramai un “disbrigo della burocrazia inventata”, e dopo aver ereditato un albergo a Casciana Terme, decide di cambiare vita e lavoro, così Marco Vincenti inizia la sua avventura di albergatore.

Lo affiancano e lo confortano il sui amici Piero e Andrea e la stupenda Grazia in qualità di sostituta inserviente.

Tra i primi clienti che ospita in albergo c’è un certo Corrado Fantozzi, a cui Marco gli attribuisce il soprannome “L’asciutto” per il portamento e il fisico prestante.

L’asciutto, che si aggira perennemente con una valigetta ventiquattrore, svolge una attività tra il lusco e il brusco e che ha a che fare con le beauty farm e il genere femminile,

Due giorni dopo Marco trova il Fantozzi morto nel letto della camera 106 e della valigetta non c’è più traccia, l’unico riferimento è un biglietto da visita con su scritto Marta e un numero di cellulare.

Chi ha ucciso il Fantozzi? Quale peccato aveva commesso?

I tre investigatori, tra ricette di cucina, trattorie toscane e belle donne indagheranno sul fatto con l’aiuto del Maresciallo Bevacqua e il conforto di Grazia.

Non sempre però l’analisi di un delitto, se pur vincente, è la vera realtà dei fatti.

E’ la prima indagine per l’ex geometra Vincenti, dove il vernacolo Toscano, il suo paesaggio e la buona cucina, sono strettamente legati ai fatti.

 

Il testo presente in quarta di copertina

> Stanco di svolgere la professione di Geometra, ritenendola oramai un disbrigo della burocrazia inventata, e dopo aver ereditato un albergo a Casciana Terme, decide di cambiare vita e lavoro, così Marco Vincenti inizia la sua avventura di albergatore. Tra i primi clienti c’è un certo Corrado Fantozzi – a cui Marco attribuisce il soprannome l’asciutto per il portamento e il fisico prestante – che si aggira perennemente con una valigetta e che svolge un’attività tra il lusco e il brusco che ha a che fare con le beauty farm e il genere femminile. Due giorni dopo, Marco trova il Fantozzi morto nel letto della camera 106 e della valigetta non c’è più traccia

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *