Chimera,che nel sangue ti bagni
di amanti pronti all’estremo gesto
anche di dare al boia la vita nel cesto

Passione e brama di possederti,
alza nobili vessilli nelle battaglie,
alla tua conquista si stappano bottiglie

Allontani i vinti con uno sguardo mesto
di loro perdi conoscenza
alle catene leghi la loro speranza

mai schiavitù gusta tanto amara
per quanti pensano di averti perduta
inconsapevoli di non averti mai posseduta

I vincitori si illudono della conquista
si accorgono della tua volitiva natura
ponendosi il dubbio e la domanda

E se fosse solo l’astrazione di un bisogno,
o l’illusione di una meta?
Il dilemma tarla,frigge e non si cheta.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *