poesia: “Splendore di Settembre” di Vera Barbini

SPLENDORE DI SETTEMBRE Nel fresco de la sera si dilegua lo splendor del sole che imperterrito a guidar è andato il percorso del dì. Il vespro saluta i ricordi che la mente corre in rassegna ritemprando l’emozioni colorite di nostalgia. Pacato il vento accarezza le prime ombre che calano tra la serenità de li sprazzi di vita. Il giardino s‘illumina col silenzio de la pace che inonda la speranza di quiete trovar ne la luce d’amor. Sorride beata la luna tra lo stormir de le fronde, sussurra incanto di parole ne la meraviglia del celeste sfolgorante de l’angelica visione che

SPLENDORE DI SETTEMBRE

Nel fresco de la sera

si dilegua lo splendor

del sole che imperterrito

a guidar è andato

il percorso del dì.

Il vespro saluta

i ricordi che la mente

corre in rassegna

ritemprando l’emozioni

colorite di nostalgia.

Pacato il vento

accarezza le prime

ombre che calano

tra la serenità de

li sprazzi di vita.

Il giardino s‘illumina

col silenzio de la pace

che inonda la speranza

di quiete trovar

ne la luce d’amor.

Sorride beata la luna

tra lo stormir de

le fronde, sussurra

incanto di parole

ne la meraviglia del celeste

sfolgorante de l’angelica

visione che chiude

l’armonia del piccolo mondo.

2 Commenti

  1. Giulia FM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *